GUIDA ALLA PIRATERIA DEL SOFTWARE

SCOPRI NEL DETTAGLIO CHE COSA PREVEDE
LA LEGGE SULLA
PIRATERIA SOFTWARE

LEGGI LE MISURE CHE PUOI ADOTTARE PER PROTEGGERTI

Guida per la prevenzione della pirateria del software

Introduzione

Questa guida è stata realizzata per aiutare la vostra azienda a garantire l’utilizzo legale del software di Siemens Industry Software (“Siemens”). Il documento tratta il tema della pirateria software e i rischi derivanti dall’uso di software senza licenza, descrive le politiche di licenza di Siemens e fornisce informazioni per aiutare la vostra azienda a prevenire eventuali problemi adottando procedure sicure per la gestione delle risorse software.

Che cosa prevede la legge sulla pirateria del software?

Lo sviluppo di software richiede il talento e la creatività di programmatori, scrittori e grafici. Come altre opere dell’ingegno quali libri, musica e film, il software è materiale protetto da diritto d’autore e dalle leggi di ciascun paese nel quale viene concesso in licenza, oltre che da trattati internazionali. Le leggi sul diritto d’autore conferiscono al titolare del diritto il diritto esclusivo di fare copie, distribuire, dare in licenza e vendere il software, così come il diritto esclusivo di sviluppare nuovo software che incorpori l’opera originale protetta da diritto d’autore.
Il proprietario del software garantisce a terzi il diritto di utilizzare il software, normalmente in base a condizioni definite in un contratto di licenza. Se l’utente copia, distribuisce o installa il software con modalità diverse da quanto specificamente autorizzato nella licenza, condividendo i dischi con altri colleghi e amici o partecipando a una duplicazione su larga scala, questo costituisce una violazione della legge sul diritto d’autore. Chi aiuta un’altra persona a fare copie non autorizzate è ugualmente passibile ai sensi della legge sul diritto d’autore.
Fare o scaricare copie illegali del software costituisce una violazione della legge, indipendentemente dal numero di copie. Il diritto d’autore viene violato anche quando il software viene duplicato a scopo di vendita, produzione di molteplici copie per l’utilizzo da parte di diversi utenti di una stessa organizzazione o azienda, cessione di una copia illegale ad altri individui o prestito di una copia a un amico. La violazione sussiste anche quando non produce alcun guadagno o profitto.

Quali sono le sanzioni per la pirateria del software?

La pirateria software è un furto. Se voi o la vostra azienda siete in possesso di software senza licenza, potreste essere perseguibili secondo il codice civile, penale e la legge sul diritto d’autore. La legge consente al titolare del diritto d’autore di vietare immediatamente a voi e alla vostra azienda di utilizzare il software e di chiedere un risarcimento per danni. Il titolare del diritto d’autore può richiedere danni materiali e morali, che comprendano il mancato introito derivante dalla vostra violazione ed eventuali profitti da voi ottenuti grazie alla violazione. In Italia, ad esempio, il risarcimento materiale e morale varia dal 120% al 200% del prezzo di vendita consigliato per ogni copia del programma. Inoltre, lo stato nel quale viene compiuta la violazione può perseguire penalmente l’individuo per violazione del diritto d’autore. In Italia sono previste multe fino a 15.493 Euro e pene fino a tre anni di reclusione. Infine possono essere applicate sanzioni amministrative. Per ogni copia illegale, la sanzione è pari al doppio del prezzo di mercato dell’opera o del supporto oggetto della violazione.
Oltre alle conseguenze legali, gli utenti di software pirata o contraffatto possono essere soggetti a diversi inconvenienti:

ESPOSIZIONE A LIVELLI INACCETTABILI DI RISCHIO DI SICUREZZA INFORMATICA, COMPRESI MALWARE E VIRUS
DOCUMENTAZIONE INADEGUATA O ASSENTE
NESSUNA GARANZIA
MANCANZA DI ASSISTENZA TECNICA AL PRODOTTO
INELEGGIBILITÀ AGLI AGGIORNAMENTI SOFTWARE FORNITI AGLI UTENTI PROVVISTI DI REGOLARE LICENZA

Le aziende, sia grandi sia piccole, possono essere ritenute responsabili per la condotta dei loro dipendenti. Se un dipendente installa software non autorizzato sui computer aziendali o acquisisce software illegale via Internet, l’Amministratore Delegato, il Direttore Generale o il Titolare dell’azienda possono essere giudicati perseguibili di violazione del diritto d’autore, anche se la direzione dell’azienda era all’oscuro delle azioni del dipendente. In Russia, ad esempio, il nome del direttore dell’azienda viene inserito nella citazione in giudizio e può essere comunicato alla stampa, e lo stesso avviene nella maggior parte dei paesi.

Modalità di licenza del software Solid Edge di SIEMENS PLM SOFTWARE

Aziende e individui che acquistano software Siemens diventano licenziatari (non proprietari) del software e acquisiscono solo i diritti esplicitamente garantiti dal relativo contratto di licenza Siemens. È necessario disporre di una licenza valida per ogni unità software installata. Siemens offre diversi tipi di licenze software, ad esempio “nodo bloccato”, “flottante” e “utente nominale”.

NODE LOCKED: L’INSTALLAZIONE E L’USO DEL SOFTWARE CON “NODO BLOCCATO” SONO LIMITATI A UNA POSTAZIONE DI LAVORO SPECIFICA.
FLOATING: L’INSTALLAZIONE E L’USO DEL SOFTWARE “FLOTTANTE” SONO CONTROLLATI DA UN SERVER DI LICENZA SPECIFICO PER IL CLIENTE CON ACCESSO LIMITATO AL NUMERO DI UTENTI SIMULTANEI PREVISTI DALLA LICENZA.
NAMED USER: L’INSTALLAZIONE E L’USO DEL SOFTWARE PER “UTENTE NOMINALE” SONO LIMITATI ALL’UTENTE IDENTIFICATO NEL SISTEMA DI GESTIONE DELLE LICENZE.
I costi delle licenze software variano in base al tipo di licenza e al numero di utenti. Siemens autorizza i clienti a fare copie del software esclusivamente in relazione all’utilizzo legale previsto del software e a scopo di backup. Le licenze concesse non sono trasferibili e non possono essere assegnate o usate in alcun modo in un paese o una sede diversi da quelli originariamente previsti nel contratto di licenza, senza il preliminare consenso scritto di Siemens.

Qual è l'impatto economico della pirateria del software?

Uno studio indipendente sulla pirateria software a livello mondiale ha evidenziato le gravi conseguenze della violazione del diritto d’autore, con perdite dovute alla pirateria superiori a 58 miliardi di dollari in tutto il mondo nel 2010.(**) Lo studio stima anche la percentuale di pirateria software a livello mondiale al 42%.
Negli Stati Uniti, ad esempio, il 20% di tutto il software aziendale è privo di licenza. La Business Software Alliance (“BSA”) calcola che nel 2010 il settore abbia perso oltre 9,5 miliardi di dollari di entrate nei soli Stati Uniti a causa della pirateria. In paesi come Cina, Russia e Argentina, le percentuali di pirateria arrivano rispettivamente all’78%, 65% e 70%, mentre nella maggior parte del mondo il tasso è comunque compreso fra il 40% e il 50%; L’Italia raggiunge un tasso di pirateria software del 49%, ciò significa che un applicativo software su due risulta essere piratato.

Le aziende come possono gestire correttamente il loro software?

Una gestione corretta del software richiede tempo e impegno. Per garantire l’utilizzo legale del software nella vostra organizzazione e all’interno della Vostra supply chain, adottate le seguenti misure.

Come organizzazione, impegnatevi a mettere a disposizione software originale a tutti i vostri utenti e ad assicurarvi che vengano installati solo file di licenza autentici forniti da Siemens.

Individuate il profilo software specifico di ciascun utente. Create un elenco ufficiale dei software che l’azienda consente di utilizzare ai propri dipendenti. L’elenco deve contenere nomi dei programmi, numeri di serie, numeri di versione, numero di copie o di utenti autorizzati dalla licenza, computer sui quali sono installate le copie, programmi di ampliamento, aggiornamento o dismissione del software in futuro.

La licenza software Siemens, ad esempio, richiede che i licenziatari tengano traccia delle installazioni del software e, su richiesta, forniscano tali informazioni a Siemens.

A tale scopo dovete tenere un registro preciso e aggiornato degli ID delle macchine per ogni installazione di software Siemens e registrare l’accesso da parte degli utenti autorizzati.

Definite budget realistici per software e hardware.

  • Assicuratevi che gli utenti possano contare su un processo trasparente e noto a tutti per acquistare e ricevere software
  • Promuovete l’impegno dell’azienda a utilizzare solo software con regolare licenza.
    Imponete il rispetto della legge con verifiche periodiche e provvedimenti adeguati qualora vengano trovate copie illegali.
  • Conservate tutti i CD e altri supporti per l’installazione dei programmi sui computer; tutti i manuali originali e la documentazione di licenza; tutte le fatture, prove di acquisto e altri documenti che comprovano la legittimità del software. Questo riguarda anche le fatture dei computer che avete acquistato con software preinstallato.
  • Richiedete alla Vostra supply chain di fare lo stesso.

Che cosa può fare l'azienda per prevenire la pirateria?

Per maggiori informazioni sul programma di Siemens per la prevenzione della pirateria, potete scrivere a piracy.aud@siemens.com oppure visitare il sito ww.siemens.com/plm/piracyprevention.
Per maggiori informazioni su sanzioni amministrative e penali per la pirateria software nel vostro paese, per saperne di più sulla gestione corretta delle risorse software e sul corso di formazione di
SAM Advantage di BSA, il primo corso che è allineato agli standard ISO per la gestione della risorse software, per ricevere una guida gratuita alla gestione del software o per segnalare casi di pirateria, visitate il sito www.bsa.org. Siemens Industry Software è membro della BSA, un’associazione senza scopo di lucro che rappresenta i principali produttori di software commerciale.

Indagine BSA

Nuova indagine BSA: in Italia l’uso di software privi di licenza scende al 43%, complice la preoccupazione dei CIO per la violazione dei dati

Nuova indagine BSA: in Italia l’uso di software privi di licenza scende al 43%, complice la preoccupazione dei CIO per la violazione dei dati.

Una nuova indagine di BSA svela che, a livello globale, il 54% dei CIO considera la riduzione delle minacce informatiche la principale ragione per evitare l’uso di software senza licenza

Milano, 5 giugno 2018 – Per ridurre il rischio di attacchi informatici e supportare la redditività aziendale, le imprese italiane devono eliminare i software privi di licenza presenti nei propri network e introdurre programmi di Software Asset Management: è questo l’elemento principale emerso dalla Global Software Survey 2018 condotta da BSA | The Software Alliance.

Lo studio, rilasciato oggi, ha rivelato che in Italia il 43% dei software installati sui computer non possiede una licenza adeguata. Si tratta di un calo di due punti percentuali rispetto al precedente studio di BSA, pubblicato nel 2016. Il valore commerciale dei software privi di licenza installati nella penisola ammonta a oltre un miliardo di euro.

La diminuzione della percentuale di software senza licenza è stata influenzata da alcuni trend che caratterizzano il panorama italiano, come la ripresa economica e la crescente attenzione dedicata dalle aziende al Software Asset Management (SAM). Va però considerato che l’Italia rimane tra i Paesi dell’Europa Occidentale con il più alto tasso di software privi di licenza, subito dopo Grecia, Cipro e Islanda.

In tutto il mondo, le aziende utilizzano i software per migliorare la gestione del proprio business, aumentare i profitti, raggiungere nuovi mercati e ottenere vantaggi competitivi. Tuttavia, se – come riportato dai CIO e come rilevato dall’indagine di BSA – i software sono privi di licenza, le imprese incorrono nel rischio significativo di dover affrontare pericolose minacce di sicurezza. Infatti, i CIO hanno indicato il furto di dati personali e aziendali come la principale preoccupazione relativamente alle infezioni malware che potrebbero essere causate dall’uso di software privi di licenza. Di conseguenza, più della metà dei CIO intervistati ha dichiarato che le minacce di sicurezza sono la principale ragione per evitare software senza licenza (54%), seguite, al secondo posto, dal rischio di problematiche legali (43%).

Per aiutare le aziende a comprendere meglio le conseguenze dell’utilizzo di software senza licenza, BSA ha pubblicato la 2018 Global Software Survey: Software Management: Security Imperative, Business Opportunity. L’indagine, che ha coinvolto circa 23.000 utenti, dipendenti e CIO, permette di quantificare la diffusione e il valore dei software privi di licenza installati sui computer in oltre 110 Paesi e regioni.

“Le aziende di tutto il mondo si stanno perdendo i benefici economici e di sicurezza che può offrire una gestione ottimale dei software”, ha commentato Victoria Espinel, Presidente e CEO di BSA | The Software Alliance. “Tutte le imprese dovrebbero implementare procedure di Software Asset Management (SAM) per valutare e gestire i software presenti sui propri network. In questo modo, sarà possibile ridurre i rischi di dannosi attacchi informatici e aumentare i propri profitti”.

“Sebbene la gestione delle licenze software possa non essere in cima alle priorità aziendali, una scarsa attenzione a questo aspetto del business potrebbe comportare serie conseguenze economiche, reputazionali e di sicurezza”, ha aggiunto Paolo Valcher, Chairman BSA Italia. “È oggi particolarmente importante fare attenzione ad adottare i giusti processi di gestione del proprio asset tecnologico: conoscere la propria situazione permette di ottimizzare le soluzioni adottate, risparmiare sui costi, migliorare la sicurezza informatica e consente di pianificare le evoluzioni future. Sono lieto di osservare che l’Italia stia andando nella giusta direzione riducendo di due punti percentuali il tasso dei software senza licenza, raggiungendo il 43%. Non bisogna, però, allentare l’attenzione ed è necessario continuare a offrire il supporto e l’informazione necessaria”.

Di seguito alcuni dei principali dati emersi dall’indagine:

Sebbene l’uso di software privi di licenza sia in leggero calo, è ancora ampiamente diffuso. I software senza licenza vengono tuttora utilizzati a livello globale a tassi allarmanti, rappresentando il 37% dei software installati sui PC – con un calo di soli 2 punti percentuali rispetto a quanto riportato nel 2016.
I CIO considerano i software senza licenza sempre più pericolosi e costosi: i malware diffusi tramite software privi di licenza costano alle imprese di tutto il mondo quasi 300 miliardi di euro all’anno.
Migliorare la compliance dei software rappresenta un abilitatore economico oltre che un imperativo di sicurezza: quando le aziende compiono azioni pragmatiche per migliorare la gestione dei software, possono migliorare i propri profitti dell’11%.
Le aziende dovrebbero impegnarsi concretamente per migliorare la gestione dei software. È infatti dimostrato che, implementando un piano efficace di Software Asset Management e un programma di ottimizzazione delle licenze, le imprese possono risparmiare fino al 30% sui costi legati ai software.
L’indagine di BSA illustra come le aziende possano implementare misure efficaci, come programmi SAM, per migliorare il modo in cui gestiscono i software, aumentando così i profitti e le opportunità di crescita e riducendo al contempo i rischi di sicurezza.

Necessiti urgentemente di una licenza aggiuntiva?
Utilizza il trial di 45 giorni della versione completa

Con il supporto tecnico di ENGINEERING spa
Siemens Smart Expert Certified for Solid Edge

Solid Edge ha una marcia in più. Grazie alla tecnologia sincrona, scoprite le impareggiabili qualità di produttività e creatività di progettazione di Solid Edge e beneficiate della velocità e della flessibilità della modellazione diretta con il controllo della progettazione parametrica. Utilizzate i 45 giorni di accesso alla versione completa di Solid Edge per provare personalmente la flessibilità delle funzioni di modifica tecnica, di gestione di sistemi solidi e di utilizzo di dati di sistemi CAD diversi.

La versione di prova gratuita di Solid Edge include:

  • Una versione di Solid Edge completa dei moduli di modellazione parte, progettazione assiemi, drafting, simulazione e molto altro
  • Esercitazioni e video online, ma anche suggerimenti e indicazioni pratiche
  • Accesso alla community online di Solid Edge per scambi di idee e suggerimenti con utenti esperti
Scarica il setup

Altre possibilità per avere Solid Edge

Se hai bisogno di una licenza aggiuntiva per un periodo superiore ai 45 giorni ci sono altre possibilità che possono fare al caso tuo

Scegli ENGINEERING spa

Massimizza il valore dei tuoi investimenti con i servizi di MANUTENZIONE, OTTIMIZZAZIONE E SUPPORTO DEL SOFTWARE scegliendo ENGINEERING spa come partner.

Risorse Solid Edge

Esplora la libreria di risorse su Solid Edge

OTTIENI LE BROCHURE DI TUO INTERESSE

Name *

Email *

Downloads *

Domande?

Richiedi suggerimenti e informazioni su Solid Edge, prezzi, implementazione o qualunque altra cosa.
Il nostro team è pronto ad aiutarti!

Contattaci

Oppure chiama allo 0544 554949